QUESTIONE DI PRATICA di Julie James (Mondadori) in libreria - Recensione

  • ESCE OGGI IN LIBRERIA ANCHE QUESTO SPLENDIDO CONTEMPORANEO DI JULIE JAMES CHE DOPO ESSERE STATO PUBBLICATO NEI ROMANZI MONDADORI DA EDICOLA, E' STATO PER MESI IN CIMA ALLE CLASSIFICHE DI VENDITA DEGLI EBOOK. SAGGIA DECISIONE QUELLA DI AVERLO FATTO ENTRARE DI DIRITTO ANCHE IN LIBRERIA.
  • CON L'OCCASIONE, RIPUBBLICHIAMO LA NOSTRA RECENSIONE DEL ROMANZO E CONSIGLIAMO A TUTTE LE AMICHE CHE SE LO SONO PERSE IN EDICOLA DI NON LASCIARSELO SCAPPARE. UN VERO GIOIELLINO DI ROMANCE COMEDY!

Autrice: Julie James 
Titolo originale: Practice Makes Perfect 
Genere: Contemporaneo 
Ambientazione: Chicago, USA 
Pubblic. originale: Berkley (2009) pagg. 304 
Pubblic. italiana: I Romanzi Mondadori, edicola: coll. Emozioni, nr. 10 (2012); libreria: Oscar Best Sellers, 16 settembre 2014 , € 9,50 
Parte di una serie: No 
Livello sensualità: Medio 
Disponibile in Ebook: Sì, €2,99

  • TRAMA: Payton Kendall e J.D. Jameson sono avvocati dello stesso studio. Femminista convinta, Payton ha lottato per avere successo in una professione dominata dagli uomini. Ricco e presuntuoso, J.D. ha fatto del suo meglio per ignorarla. In pubblico sono inappuntabili. Devono esserlo. Per otto anni si sono tenuti a distanza di sicurezza e si sono tollerati solo per una ragione: riuscire a diventare soci dello studio. Tutto però cambia quando viene chiesto loro di collaborare a un caso importante. Costretti a lavorare gomito a gomito, si scoprono presto invischiati in un’insidiosa attrazione, ma l’offerta a cui più ambiscono verrà fatta a uno solo: la competizione si fa rovente e la battaglia dei sessi ha inizio…

    Una cosa che proprio non riesco ad apprezzare del corrente trend/boom sentimental-erotico è che quel tipo di etichetta spesso non solo penalizza la trama e l'aspetto propriamente romance della vicenda, ma l'esigenza di proporre i protagonisti in numerose e variegate evoluzioni erotiche toglie quasi del tutto all'autrice la possibilità di proporre quella che a mio avviso è la 'glassa sulla torta' di ogni romance che si rispetti: la tensione erotica. Se i protagonisti sono costretti ad arrivare al dunque già a pagina tre, che tensione ci potrà mai essere?
    QUESTIONE DI PRATICA è invece  in questo senso davvero esemplare, perchè qui la tensione erotica fra la caparbia Payton e il fascinoso J.D.  si può tagliare proprio col coltello, si respira in ogni pagina ed è il motore portante di tutta la vicenda. E l'autrice dà sapientemente forma a questa tensione in una serie di irresistibili dialoghi che ricorda da vicino le commedie sofisticate americane degli anni '50. Ricordate Spencer Tracy e Katharine Hepburn ne La Costola d'Adamo?
    L'odio è l'altra faccia dell'amore, si sa, ma di questo non sembrano essere coscienti i due protagonisti, Payton Kendall e J.D. Jameson, che per otto anni hanno lavorato per lo stesso importante studio legale di Chicago e che si trovano ora a dover lottare per ottenere l'unico posto di avvocato associato per cui uno solo di loro verrà scelto ( e l'altro, per politica aziendale, sarà costretto ad andarsene). Pur non lavorando agli stessi casi, Payton e J.D. non sono mai andati particolarmente d'accordo a causa del diverso status sociale, di reciprochi pregiudizi e dispettucci vari nel corso degli anni. Improvvisamente, prima di prendere la fatidica decisione, lo studio li costringe a lavorare insieme a un caso e, potete contarci, saranno scintille! Dotati entrambi, per ragioni diverse, di un alto spirito competitivo, sia Payton che J.D.  non  risparmieranno  qualche colpo basso, pur di ottenere l'ambito posto, nè risparmieranno sagaci scambi di opinioni che rendono i dialoghi di questo romanzo un vero spasso. A parte la suddetta tensione erotica, infatti, QUESTIONE DI PRATICA è un vero gioiellino di comicità, che piacerà a quelle di voi che amano commedie sentimentali leggere e divertenti.
    Lavorare insieme, nonostante la competizione, costringerà Payton e J.D. non solo a conoscersi meglio  ma anche  a fare i conti con una più o meno conscia reciproca attrazione che entrambi per  anni erano riusciti a nascondere. Ma chi vincerà alla fine? L'amore o l'ambizione?

SIGNORA DEL SUO CUORE di Mary Balogh in libreria ( Oscar Mondadori) - Recensione

ESCE OGGI IN LIBRERIA NELLA COLLANA OSCAR BESTSELLERS DELLA MONDADORI UNO DEI NOSTRI LIBRI PREFERITI DI MARY BALOGH, SIGNORA DEL SUO CUORE ( MORE THAN A MISTRESS). UN'OCCASIONE DA NON PERDERE PER CHI AMA I REGENCY E SI E' PERSA IL LIBRO IN EDICOLA.
PER L'OCCASIONE RIPUBBLICHIAMO UN VECCHIO POST IN CUI VI AVEVAMO TRADOTTO LA RECENSIONE DEL LIBRO FATTA DA UNO DEI SITI AMERICANI PIU' FAMOSI IN FATTO DI ROMANCE REVIEWS, ALL ABOUT ROMANCE.


Autrice: Mary Balogh
Titolo originale: More Than A Mistress
Genere:    Regency
Ambientazione:  Londra, 1820 circa
Pubblic.  originale: Dell, ristampa 2011,pp.386
Pubblicato in Italia: Mondadori, edicola: IRM Oro nr 91, 2010 - Libreria: Oscar Best Sellers, 16 settembre 2014, pp.374
Parte di una serie:   1° trilogia Mistress
Livello sensualità:  MEDIO
Ebook: Sì, € 4,99

TRAMA: È un abilissimo tiratore Sir Jocelyn Dudley, duca di Tresham, e sa che anche da questo duello uscirà indenne. Ma le cose non vanno come ha previsto l'arrogante gentiluomo: quando sulla scena del duello irrompe la giovane Jane Ingleby, Jocelyn si distrae e rimane ferito. Inferocito, decide di punire la ragazza assumendola come infermiera: divideranno così le pene della convalescenza. Jane accetta ben volentieri, anche perché è senza lavoro. Nessuno dei due immagina che di lì a poco l'assidua convivenza li trasformerà: con la sua dolcezza, la sua anticonvenzionalità, Jane riesce a fare breccia nel cuore indurito di Jocelyn, diventando sua confidente, amica e amante. Ma Jane è anche una donna in fuga dal proprio passato, che tenta di nascondere all'uomo che ama. E quando lui scoprirà la menzogna, la felicità già sfiorata apparirà per i due irrimediabilmente perduta?

RECENSIONE DELLE REVIEWER NORA AMSTRONG 
Giudizio di  AAR: A - 
Ambientazione: Inghilterra, periodo Regency
Livello Sensualità: Medio

"Cosa significa un nome?" domandava Shakespeare.
Molto, a quanto pare. E' come chiamiamo noi stessi, come permettiamo agli altri di chiamarci, stabilisce i parametri delle nostre relazioni sociali.
Ma a volte una relazione  va al di là dei limiti e delle descrizioni  e ridefinisce  le persone coinvolte. Questo è il concetto alla base di More Than a Mistress (Signora del mio cuore), e le legioni di ammiratrici di Mary Balogh saranno deliziate dalla storia di una coppia che scopre che l'amore ha davvero poco a che fare con i titoli e le etichette.
La cucitrice Jane Ingleby, ultimamente ai ferri corti con la  fortuna, interrompe un duello all'alba in  Hyde Park, causando all'arrogante duca di Tresham, Jocelyn Dudley, il ferimento di una gamba.Quando la sua datrice di lavoro le dice con tono di scherno che l'unico modo per riottenere il suo lavoro è presentarsi con una nota scritta  dal duca in persona  in cui si confermi la storia, Jane  va alla residenza dei Tresham a Mayfair. 
Furioso e sorpreso che quella donna impudente abbia il fegato di mostrasi di nuovo al suo cospetto, Jocelyn rifiuta quanto Jane gli chiede e per di più insiste che l'unica giusta punizione per lei sia servirlo come infermiera durante le sue tre settimane di convalescenza. Avendo un disperato bisogno di denaro, Jane accetta.
Più che di un impiego, ha bisogno di un posto dove nascondersi. Jane non è cresciuta in un orfanatrofio, come ha fatto credere a Jocelyn; è una ragazza di buona famiglia, che si è trovata suo malgrado in una situazione disperata.Un nobile stava cercando di assalirla e lei l'aveva picchiato in testa mandadolo in coma. Jane pensa ora di averlo ucciso e sta fuggendo dal padre di lui, che è anche suo zio e il suo tutore.
Mentre le sue tre settimane come infermiera e dama di compagnia volgono al termine, Jane si accorge di non voler lasciare Dudley House, e la sua riluttanza non riguarda unicamente la sua incolumità fisica. In un momento di reciproca vulnerabilità, Jocelyn and Jane si sono abbandonati alla passione. Jocelyn le ha offerto 'carta bianca', una casa e della servitù se diventerà  sua amante. Fin dall'inzio però entrambi si accorgono che il loro rapporto è di più, molto di più, di una semplice relazione fra un uomo e la sua amante.

UNA PARTICOLARE SPECIE DI SEDUZIONE di Savanna Fox ( Sperling & Kupfer) - Recensione

Autrice: Savanna Fox
Titolo originale: Bound to Be Dirty
Traduttrice: Roberta Zuppet
Genere: Contemporaneo, erotico
Ambientazione: Vancouver/ Canada
Pubblic. originale: Berkley, 2014

Pubbl. italiana: Sperling & Kupfer. coll Pandora, 9 /9/14, pp. 364, €14,90
Parte di una serie: 3° della serie “Dirty girls book club”
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook:Sì, € 5,99


TRAMA: Quando Lily e Dax si sono conosciuti – lei, attraente con i suoi capelli biondo grano e gli occhi azzurri, e lui con quell'aria da ragazzaccio che Lily ha sempre trovato molto sexy –, l'intesa tra loro era perfetta, dentro e fuori dal letto. Ma ora, dopo dieci anni di matrimonio, l'incanto si è spezzato: troppa routine, troppo lavoro. Dax, professione pilota, sempre più spesso preferisce volare in regioni selvagge e remote che stare con lei. Ad animare le serate di Lily restano solo le letture erotiche che si concede insieme alle amiche del club del libro. Di fronte all'ultimo titolo scelto, però, Lily è scettica: il bondage e la sottomissione di cui parla la storia non fanno per lei. Eppure, di lì a poco, Dax inizia ad avanzare proposte più audaci del solito. Che si sia lasciato tentare proprio dal romanzo, dimenticato da Lily in giro per casa? Di sicuro, ciò che ha sempre considerato proibito accende in lei un piacere inaspettato... Sedotti da quelle pagine, Lily e Dax ritrovano la passione abbandonandosi a nuove esperienze erotiche e scoprendo un lato sconosciuto di se stessi. Ma tutto questo basterà a tener vivo anche l'amore? 


Dopo mesi di attesa ho finalmente potuto assaporare questo nuovo e avvincente romanzo di Savanna Fox, un’autrice  di talento che sa narrare l’erotismo in maniera candida e coinvolgente.
“Una particolare specie di seduzione” è un romanzo che vi emozionerà stupendovi, i protagonisti infatti sono una coppia sposata da ben dieci anni; è vero, manca la magia del primo incontro, ma in compenso c’è l’incantesimo della riscoperta, il fascino dell’innamorarsi della stessa persona per ben due volte. Dax e Lily sono una giovane coppia, si conoscono fin da ragazzini e insieme hanno condiviso gioie, dolori, momenti di sconforto e attimi di gioia ma poi, come capita a molte coppie sposate, si sono un po’ persi… o meglio, non hanno nutrito a sufficienza il loro legame, lasciandolo sfibrato e traballante. Il destino però, quando meno te lo aspetti, ci mette lo zampino e, complice un romanzo erotico scelto dal club del libro di Lily, rimette tutto in discussione. Lily, come intuito dai precedenti romanzi della serie, è un brillante medico che all’apparenza può apparire fredda e distaccata, ma che in realtà cela un bisogno profondo di amore, un affetto che non ha mai ricevuto dai suoi genitori, troppo occupati a criticare ogni sua scelta, compresa la sua decisione di sposare Dax, un ex cattivo ragazzo, con una famiglia sbandata alle spalle e un’adolescenza turbolenta che ha trovato pace solo grazie all’amore incondizionato di Lily, una ragazza dal ceto sociale più alto ma dal cuore ingenuo e puro. La narrazione della Fox oscilla fra presente e un pizzico di passato, che ci mostra, attraverso alcuni episodi significativi, quando grande e profondo fosse il legame tra Dax e Lily, che, nonostante l’evidente crisi matrimoniale, non hanno mai tradito i voti coniugali restando reciprocamente fedeli, cosa non da poco considerando i frequenti periodi di lontananza a cui hanno costretto il loro legame.

Le Ricette del Cuore: PICCOLE TENTAZIONI AL CIOCCOLATO (Muffin)




Come sempre quando la stagione calda sembra giungere al termine mi riassale prepotentemente la voglia di cimentarmi con prodotti da forno. Complici le giornate simil-autunnali di questo inizio settembre,
ho finalmente potuto provare questa ricetta per dei muffin al cioccolato adattissimi a una prima colazione più corroborante o a una pausa tea pomeridiana.

Ciò che mi ha conquistata di questa ricetta è la facilità con cui si possono reperire gli ingredienti per la realizzazione ( facile che li abbiate già in casa) e il tempo minimo che occorre per impastare senza fruste o planetarie (basta un semplice cucchiaio di legno per mescolare). Partiamo quindi con gli ingredienti necessari per la realizzazione di 6 muffin:

v  100 gr di farina 00 

v  30 gr di cacao 

80 gr di zucchero 

v  ¼ circa bustina di lievito per dolci circa 4 gr


v  80 ml di latte 

v  1 uovo 

v  30 gr di burro 


v  50gr di gocce di cioccolato (o cioccolato fondente scagliato)


In una ciotola riunire tutti gli ingredienti secchi: la farina, il cacao, lo zucchero e il cioccolato a gocce o scagliato e il lievito per dolci. In un’altra ciotola sbattere l’uovo il latte e il burro precedentemente sciolto e fatto raffreddare.  Unire il liquido così ottenuto agli ingredienti secchi e mischiarli con un semplice cucchiaio di legno o una spatola finche si saranno amalgamati. Non è necessario una sbattitura prolungata anzi i muffin sono noti per il loro impasto rustico.

"OUTLANDER" - DAI ROMANZI DI DIANA GABALDON LA SERIE TELEVISIVA STARZ


"Tu sei la mia Sassenach, 
io sono il tuo padrone...e tu sei mia. "

Quest’estate ha preso il via, sul canale televisivo americano Starz, l’attesissima serie “Outlander”, tratta dai romanzi di Diana Gabaldon. La serie vede come protagonista Claire Randall (interpretata dall’attrice irlandese Catriona Balfe), coraggiosa infermiera militare durante la seconda guerra mondiale, che al termine del conflitto si riunisce al marito Frank e intraprende con lui un viaggio in Scozia. Frank (interpretato da Tobias Menzies) ha militato nei servizi segreti britannici, ma ora ha intenzione di tornare a dedicarsi alla sua antica passione: la storia. Il viaggio in Scozia è un’ottima occasione per lui per raccogliere informazioni su un suo famoso antenato: il crudele capitano delle Giubbe Rosse, Black Jack Randall. Ma è anche l’opportunità di trascorrere una seconda luna di miele con la moglie, nella speranza di riuscire finalmente a concepire un figlio. Tuttavia, il loro idillio amoroso è bruscamente interrotto quando Claire, entrando nel cerchio di pietre di Craigh na Dun, si ritrova catapultata indietro nel tempo di circa duecento anni, precisamente nel 1743. La donna dovrà imparare ad ambientarsi in un mondo completamente diverso dal suo, mentre cerca in tutti i modi di fare ritorno nella sua epoca e da Frank. Ma nel frattempo si sentirà sempre più legata a Jamie (interpretato da Sam Heughan), un giovane e affascinante scozzese dal turbolento passato, che, manco a farlo apposta, è nemico giurato di Black Jack Randall.
La serie televisiva era attesissima dai fan di questa saga, ma allo stesso tempo temuta. La

paura era che deludesse le forti aspettative di chi ha letto i romanzi, cosa che però non è accaduta. Fin dalla prima puntata ci si è resi conto di quanto la trasposizione televisiva sia rimasta fedele alle pagine del libro e, laddove non è stato possibile, i cambiamenti sono perfettamente in linea con la storia così abilmente narrata dall’autrice.
L’intero cast è fantastico. A cominciare da Sam Heugham e Catriona Balfe che interpretano l’amatissima coppia protagonista, fino a Tobias Menzies nel difficile doppio ruolo di Frank e Jack Randall. Tutti i personaggi, compresi quelli minori, sono perfetti e le fan di Jamie non sono affatto rimaste deluse, anzi si sono già lasciate conquistare da Sam e sono curiose di scoprire cosa indossi sotto al kilt. Tranquille, l’attore ha dichiarato di portarlo alla maniera tradizionale scozzese!
Splendidi sono anche gli scenari. Finalmente possiamo ammirare la Scozia in tutta la sua bellezza, non più solo grazie alle vivide descrizioni di Diana Gabaldon, ma con i nostri occhi.
L’unica difficoltà è rappresentata dai numerosi dialoghi in gaelico, ma c’è già chi si è messo a studiarlo per diventare un vero “outlander”.

MAI PIU' NOI DUE di Barbara Delinsky (Newton Compton) - Recensione


Autrice: Barbara Delinsky
Titolo originale: Together alone
 Traduttrice: Stefania Di Natale
Genere: contemporaneo
Ambientazione: 
Grannick, contea di  Suffolk Massachusetts  (USA). 
Pubblic.  originale: HarperTorch,  1995,  pagg. 512
Pubblic. italiana: Newton Compton, luglio 2013 , pagg. 508
Parte di una serie: No
Livello sensualità: MEDIO
Disponibile ebook?: Sì a 4.99€

TRAMA: Ora che le loro figlie sono partite per il college, Emily, Kay e Celeste sentono che, a quarant'anni, è finalmente tempo di iniziare una nuova vita e di ritrovare la libertà perduta. Grandi amiche fin dai tempi del liceo, hanno passato gli ultimi anni ligie al ruolo di madri attente e premurose e troppe volte hanno messo da parte la loro femminilità. Ma se il matrimonio di Emily un tempo poteva dirsi perfetto, adesso sembra non esserlo più, come cominciano a farle sospettare le continue assenze del marito e la forte attrazione che la lega al suo nuovo vicino di casa. Kay invece è combattuta tra la dedizione al lavoro e le bizzarre richieste del marito, il quale sta cercando in tutti i modi di ritrovare con lei un po' della perduta intimità. Infine Celeste, che se l'è sempre cavata da sola coraggiosamente senza il padre di sua figlia, sente venir meno le difese quando compare nella sua vita un affascinante architetto. Mentre avanzano in territori nuovi e inesplorati, le tre amiche sono costrette a ridefinire sogni, desideri e aspettative, e per la prima volta realizzano che per dare davvero una svolta alla propria vita, dovranno prima di tutto imparare ad amare se stesse.


Ricordavo di Barbara Delinsky come autrice di quegli Harmony sottiletta tanto vituperati e già allora, nei primi anni ’90, pensavo fosse veramente brava nel descrivere storie contemporanee ricche di avvenimenti e pathos, anche se limitate dalla brevità prevista per quei racconti. Ho acquistato il libro sull’onda di quelle impressioni e...  sorpresa! E' veramente brava!
Strano ad impatto “ Mai più noi due”, perché è praticamente un woman's fiction, un romance ed un
suspense condensato in un libro. La protagonista del romanzo, Emily, è la classica madre della provincia americana, con marito e figlia da manuale, circondata da due amiche molto presenti nella sua vita, Kay e Celeste, con una vicina di casa anziana e all’apparenza svampita che la intrattiene spesso e con cui ha un ottimo rapporto. Emily si trova a dover affrontare un periodo di cambiamento nella sua vita, la figlia a cui è legata visceralmente sta per partire per il college, come le figlie delle sue amiche e ciò la turba. Emily è una donna all’apparenza serena e realizzata nel suo tran tran domestico,,ma un antico dolore  non abbandona mai il suo cuore e corrode pian piano ma inarrestabilmente la sua esistenza. Il suo matrimonio, inoltre, mostra delle crepe, con il marito che diventa tutti i giorni un po’ più estraneo, un po’ più lontano, sempre impegnato com’è a girare l’ America per lavoro. In questo quadro così confuso arriva nella sua vita Brian,  un poliziotto vedovo con una neonata, che affitta da lei l’appartamentino sopra il garage e che nel corso del romanzo diventerà un punto di riferimento  per Emily e per la comunità.
A ben vedere questo è un romanzo corale che ruota attorno ad Emily, alle sue vicissitudini passate e presenti, dove le sue amiche vivono storie parallele( matrimonio decennale, problemi familiari, esigenze di libertà) che si intrecciano alla sua vita senza mai invadere la direttrice principale.

LA SPOSA OBBEDIENTE di Mary Balogh (Mondadori) - Recensione

Autrice:   Mary Balogh
Titolo originale:   The Obedient Bride
Traduttrice:  Carla Pedretti
Genere:   Storico
Ambientazione: Inghilterra 1810 (periodo regency)
Pubbl. originale: Signet Regency Romance, 6 giugno 1989
Pubbl. italiana: I Romanzi Mondadori  Perle n. 5 , settembre 2014
Parte di una serie:  No 
Livello sensualità: MEDIO
Disponibile in ebook: Sì
  
TRAMA: Non appena ereditato il titolo, il visconte Geoffrey Astor si sente in dovere di garantire un futuro alla famiglia del suo defunto predecessore, sposando una delle tre figlie. Ma considerandola una formalità che non influirà sulla propria vita, non si cura neppure di scegliere. Così ad accettare di sposarlo è Arabella, diciottenne timida e poco appariscente, che per lui prova ammirazione e timore reverenziale. Da buona consorte, Arabella si impegna ad adempiere ai doveri coniugali, fino a quando scopre che il marito ha continuato a mantenere un’amante. E allora Geoffrey dovrà rivedere molte delle proprie convinzioni, se non vorrà perdere l’amore di una moglie che ha iniziato ad apprezzare davvero…


Un matrimonio di convenienza, i balli da Almack’s con  il permesso delle patronesse, la palestra di Gentleman Jack, il club White’s . Bene, c’è tutto l’occorrente che caratterizza il classico romanzo Regency della Signet anni ’80. Mary Balogh però non si ferma qui, introduce anche un lato negativo alla sua storia: il
tradimento.
Con La sposa obbediente la Balogh,  prende in considerazione lo scottante tema dell’adulterio e delle mantenute, amaro risvolto dei matrimoni combinati della nobiltà dei secoli passati. Molte autrici hanno scritto libri, trattando con leggerezza l’argomento: libertini che vanno regolarmente a letto con donne sposate, protagonisti che finanziano prima del matrimonio, mantenute istallate in discrete abitazioni ai margini delle zone londinesi frequentate dal Ton, tutti però immancabilmente folgorati dall’amore abbandoneranno con le nozze,  le loro cattive abitudini. Questo non accade nel nostro romanzo e la maestria dell’autrice, sta proprio nel catturare i sentimenti contrastanti dei protagonisti.
Il libro inizia con un classico matrimonio di convenienza, Geoffrey, il nuovo Lord Astor, decide come l’onore comanda, di sposare una delle tre figlie del defunto lontano parente da cui ha ereditato il titolo di Visconte. Arabella, la secondogenita, di animo gentile e altruista si offre volontaria prima ancora di conoscerlo, per salvare da una triste e arida unione, la sorella maggiore già quasi promessa a un amico d’infanzia. Il nostro protagonista è convinto che un simile matrimonio, non muterà affatto l’andamento della sua esistenza, la sua sposa è una giovanissima e inesperta ragazza di campagna, goffa e timida che ammutolisce ogni volta che lo sguardo del marito si posa su di lei. Dal canto suo la giovane si sente inadeguata, goffa, una sposa che non sarà mai degna delle attenzione di un uomo giovane, aitante e affascinante come Lord Astor, ma decide tra sè che obbedirà ai voleri e ai desideri del suo sposo con profonda devozione, imparando ad essere una Viscontessa perfettamente adeguata alle aspettative del Ton londinese.
Arabella e la sorella maggiore Frances guidate dalla zia di Geoffrey,  fanno il loro ingresso nella rutilante vita della stagione mondana, intervenendo a numerosi ricevimenti. Nelle prime settimane dopo il  matrimonio entrambi i protagonisti sembrano soddisfatti, Arabella impara a compiacere il marito, diventa popolare tra gli amici del suo sposo, comincia a sentirsi più sicura di sè fino al giorno in cui, a un ricevimento musicale, dopo aver assistito all’esibizione canora di una bellissima cantante, apprende per caso che la donna è l’amante del marito, che ha mantenuto in vita la relazione adulterina nonostante il recente scambio delle promesse nuziali.

TI ODIO CON TUTTO IL CUORE di Valeria Luzi (Newton Compton) - Recensione


Autrice: Valeria Luzi
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: New York , USA
Pubblic. italiana: Newton Compton, 28 agosto 2014, pp.236, € 9,90
Parte di una serie: No
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook? Sì , €4,99

TRAMA: Susi ha trent’anni e vive a New York. Ha un fiuto straordinario per gli uomini sbagliati, tanto da essere riuscita a collezionare una lunga serie di relazioni fallimentari. L’ultima le brucia ancora… Quando il padre decide di affidarle la gestione del famoso ristorante di famiglia, Da Totò, per Susi sembra arrivata l’occasione giusta per dimostrare finalmente le proprie capacità. Ma una sorpresa indesiderata la attende dietro l’angolo: ad affiancarla ci sarà Michael Di Bella, chef tanto geniale quanto presuntuoso e maledettamente bello, per il quale Susi prova un odio profondo dai tempi del liceo.
Ma, come spesso accade, la convivenza forzata, complici cibo e fornelli, può scatenare reazioni inaspettate e anche l’astio più antico può mutarsi in scintille. E passione… 


Questo romanzo d'esordio di Valeria Luzi è arrivato all'attenzione della Newton Compton (come dice lo strillo sulla fascetta del libro) dopo che l'autrice l'aveva autopubblicato in ebook qualche tempo fa riscuotendo un buon successo di passaparola sulla rete. Per alcune CE è diventata ormai quasi una moda (come sempre su input americano) quella di usare il Web come trampolino di lancio per scovare autori da pubblicare. Su questo, in linea di principio, non avrei nulla da obiettare perchè alcune di queste 'scoperte' sono risultate molto interessanti, quello che però ci si aspetta che una CE importante faccia, quando prende in mano l'opera prima di un'esordiente, è pubblicarla dopo aver 'passato al setaccio' tutto il romanzo e averlo curato nei minimi particolari, perchè un libro autopubblicato che 'ha successo' in rete a €0,99 o poco più, non sempre è proponibile così com'è in cartaceo.
Tutta questa lunga premessa, per dire che TI ODIO CON TUTTO IL CUORE è un romanzo d'esordio che avrebbe potuto essere molto meglio se la nuova edizione fosse stata curata con più attenzione. So per sentito dire che l'originale era più 'sboccato', ma il problema qui non era tanto ripulire i dialoghi dalle troppe parolacce, quanto sistemare una trama che a mio avviso fa acqua da più parti, con caratterizzazioni piatte o viceversa sforzate quasi alla caricatura  (vedi la protagonista) e diverse ingenuità narrative, prima fra tutte un' improbabile location newyorkese. Un punto a favore è la scorrevolezza, è un libro con un buon ritmo, che si legge senza intoppi, e la prima parte riesce anche a tenere abbastanza alta l'attenzione, ma man mano che ci si addentra nella lettura, ci si accorge purtroppo che la trama decolla verso destinazioni assurde, che la storia d'amore non coinvolge e che la protagonista diventa pagina dopo pagina sempre più insopportabile.
Immagino che l'autrice abbia scelto questo genere di personaggi e location con l'idea di scrivere un libro vivace, con ingredienti che potessero attirare i suoi lettori:  ambientazione newyorkese, commedia sentimentale con uno eroe chef stellato super affascinante e un' eroina aspirante chef un po' pasticciona che all'inizio si odiano con tutto il cuore e poi, dopo una serie imprecisata di avvenimenti, dialoghi pepati e botta e risposta vari, s'innamorano. Il problema è che quegli ingredienti che in mani più sapienti avrebbero potuto creare un piatto da gran gourmet ( un nome a caso? Julie James) in quelle meno esperte ( e a quanto pare non adeguatamente guidate) della Luzi producono, per mantenere la metafora foodie, un piatto da fast food. Ci sono un sacco di persone che amano i fast food ( e infatti il libro si è guadagnato anche parecchi giudizi positivi), però se compriamo un Big Mac non aspettiamoci poi di mangiare un manicaretto di Ducasse.

ANGELI RIBELLI di Sylvia Day (Leggereditore) - Recensioone

Autrice: Sylvia Day      
Titolo originale: A Touch of Crimson
Traduttrice: Laura Scipioni
Genere: Paranormal Romance
Ambientazione: Orange County - Anaheim (California del Sud)
Pubblic.  originale: Signet,  2011, pagg. 368
Pubblicato in Italia: Leggereditore, cartaceo 28 agosto 2014 a 14.90€, pagg. 362
Parte di una serie:  1° Trilogia " Renegade Angels” (+ vari racconti)
Livello sensualità: ALTO
Disponibile ebook?:  ebook dal 14 agosto 2014 a 4.99€
TRAMA: Può un amore che supera la morte sopravvivere a una guerra tra angeli, vampiri e lycan? Adrian Mitchell è un potente angelo che comanda l’unità speciale dei serafini, le Sentinelle. Il suo compito è punire i Caduti, angeli che sono stati trasformati in vampiri, e per farlo si avvale dell’aiuto dei lycan, delle irrequiete creature che ubbidiscono ai suoi ordini. Tempo addietro, Adrian ha amato una donna mortale, Shadoe, ma per questo fu punito. Ora, dopo duecento anni, l’ha ritrovata. E non vuole lasciarla andare.Quando lo incontra, Lindsay Gibson, che non ricorda di essere stata Shadoe, prova da subito una feroce attrazione per lui. Ma da quel momento sarà calata in un mondo pericoloso e sovrannaturale, nel quale non rischia soltanto di perdere l’amore e la vita, ma potrebbe smarrire per sempre l’anima...

Angeli Ribelli è il primo Paranormal Romance di questa autrice pubblicato in Italia e devo dire che non mi è dispiaciuto. Quando ho iniziato a leggerlo mi aspettavo un erotico visti i suoi precedenti romanzi e avendo letto vari commenti sui vari blog che lo danno come un erotico, dunque mi aspettavo un romanzo con poca 
'sostanza' e molto sesso e invece non è affatto così. Le scene di sesso sono limitatissime, anzi sono solo due, e se penso ad alcuni romanzi non catalogati come erotici ma con descrizioni decisamente esplicite, potrei considerare le scene 'd'amore' di questo romanzo quasi caste. Vero protagonista è dunque l'Amore, un amore però contrastato dalla differenza di razza (cosa questa che nei paranormali è decisamente marcata, visto che non si parla solo di colore della pelle), dalle leggi (razze diverse, leggi usi e costumi diversi) e dal fato (l'amore lo sappiamo è cieco). Qui l'amore è anche sofferenza, perché esso va avanti da secoli in una giostra di reincarnazioni, LEI è infatti morta ma la sua anima continua a reincarnarsi in corpi di donne differenti, donne che comunque sono destinate ad innamorarsi sempre dello stesso uomo da cui sono inevitabilmente attratte come una calamita. LUI è costretto ad attenderla, con trepidazione ma anche con tanta angoscia visto che non sa quando o dove si reincarnerà la sua amata, ne se la riavrà vicino a sè per venti anni o solo venti minuti prima della sua inevitabile dipartita. Ad oggi sono quasi duecento anni che LEI non è più tornata, sono duecento anni che LUI l'attende. L'attesa è finita.

SEDUTTORE DALLA NASCITA di S.E.Phillips ( 7° Chicago Stars -Leggereditore) - Recensione


Autrice: Susan E.Phillips
Titolo originale: Natural Born Charmer
Traduttrice: Cristina Ingiardi
Genere: Contemporaneo
Ambientazione:  Tennessee (USA)
Pubblic. originale: Ed.William Morrow, 2004, pp.394
Pubbl. italiana: Leggereditore, cartaceo: 28/9/14, ebook:  4/9/2014 , pp. 443
Parte di una serie: 7° serie Chicago Stars
Livello sensualità: Medio
Disponibile in ebook? Si

TRAMA : Blue e Dean: possono esistere due persone più diverse? Maldestra, malvestita e cinica lei; impeccabile nei modi e nell'aspetto lui. Pittrice svagata e nomade lei; atleta scattante che ha trovato una famiglia nella squadra lui. Eppure, il giorno in cui Dean raccatta Blue per la strada, quello che sta facendo salire a bordo è il suo destino. Una fattoria da rimodernare nel Tennessee, due genitori in cerca di stabilità, una bimba e una cagnolina "abbandonate", una vecchia signora burbera e tanta, tanta musica, e il gioco è fatto. Come sempre, Susan Elizabeth Phillips ci dona un romanzo pieno di amore e risate.

                                                 
Ho scritto e cancellato questo testo più volte, in cuor mio continuavo a ripetermi che se la recensione non era ancora pronta, allora il romanzo non era davvero finito, quindi la serie sui “Chicago Stars” non si era ancora definitivamente conclusa. Ho sempre considerato le mie recensioni un modo terapeutico per liberarmi di quei
romanzi così intensi da scavarmi dentro, un atto dovuto per far spazio a nuove storie ed altrettante sensazioni, ma per la prima volta sento il bisogno di non lasciare andare queste emozioni, perché sono così soavi e irripetibili che il mio cuore le anela disperatamente per continuare, con il suo ritmo incessante, la sua danza verso la vita. Adesso però basta con le chiacchiere e veniamo ai personaggi, così vividi e maestosi da apparire come vecchi amici di famiglia, verso i quali provare invidia, ammirazione e soprattutto interesse.

VELENO, ASSASSINO SILENZIOSO..

ADELE VIERI CASTELLANO, DA  SCRITTRICE ATTENTA AL DETTAGLIO QUALE E', HA SPESSO BISOGNO DI FARE INDAGINI PER I SUOI ROMANZI. IL LIBRO CHE STA SCRIVENDO AL MOMENTO E CHE SPERIAMO DI POTER LEGGERE MOLTO PRESTO, L'HA PORTATA AD INVESTIGARE SU UN ARGOMENTO INUSUALE E PIUTTOSTO AFFASCINANTE: I VELENI. ECCO COS'HA SCOPERTO...

Efficace anche in quantità impercettibili, traditore per eccellenza, nemico invisibile, spietato, sia nel bicchiere di vino che nella mela avvelenata di Biancaneve. Sappiatelo: senza veleno i supereroi dei fumetti e i cattivi sarebbero decisamente più… pallidi. Spiderman, creato dal morso di ragno radioattivo, le Tartarughe Ninja diventate ninja cadendo nella fogna con un contenitore di materiali tossici. La bella Cleopatra che pone fine alla vita tra le spire di un aspide, Laerte che uccide Amleto con una spada intinta nel veleno. Fu Ercole a inventare la prima arma biologica: uccise Hydra, il mitico serpente a più teste e poi immerse le frecce nel suo veleno, per assicurarsi che fossero letali. La sua eredità perdura nella parola tossico, che deriva dal greco toxicon, ovvero freccia avvelenata. Con le frecce Ercole uccise nemici, amici e vittime innocenti e alla fine, ingannato, commise l'errore fatale di indossare un mantello intriso di veleno di… Hydra! Chi la fa, l’aspetti. Ma prima di morire, passò le sue frecce a Filottete, abile arciere che uccise molti soldati durante la guerra di Troia e poi fondò un tempio, in cui lasciò le frecce come voto, dedicandolo ad Apollo, dio della medicina. Socrate, condannato a morte da una giuria ateniese nel 399 a.C., con l'accusa di corrompere i giovani della città, bevve la cicuta, pianta rimasta da allora nella memoria collettiva.

MAI PER AMORE di Penelope Douglas (1° Fall Away - Newton Compton) - Recensione

Autrice: Penelope Douglas 
Titolo originale: Bully
Traduttore: Silvia Selleri
Genere: New Adult /contemporaneo 

 Ambientazione: USA
Pubblic. originale: Intermix (Penguin Group (USA) LLC) June 17th 2013
Pubblic. italiana: Newton Compton, 28/08/2014 
Parte di una serie: 1° della serie Fall Away
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook? Si 

TRAMA: Un tempo Jared e Tate erano grandi amici: sono cresciuti insieme, si sono aiutati a vicenda nei momenti difficili. Ma, dopo un’estate che hanno trascorso lontani, Jared è cambiato. Il bambino dolce di una volta si è trasformato in un ragazzo difficile e astioso, sempre pronto a offendere e deridere Tate, a schernirla e a farla oggetto dei propri soprusi. A scuola le ha reso la vita un inferno, e Tate non sa più come difendersi: vorrebbe odiarlo eppure non ci riesce, perché sente che il suo vecchio amico ha sofferto, che questa sua prepotenza nasconde una profonda ferita. Deve scoprire il motivo della sua rabbia, raggiungere il suo cuore e carpire il segreto da cui lui ha deciso di tenerla all’oscuro…

         
 “Tu mi facevi venire le vertigini, come la sinfonia di un temporale. Eri la tempesta in un giorno di sole, il lampo in un noioso cielo senza nuvole”.
“Mai per amore” di Penelope Douglas è una storia perennemente in bilico fra odio e amore, passione e
repulsione, saggezza e follia . Le schermaglie verbali  fra i due protagonisti non sono altro che un lungo ed eccitante preliminare, capace di alimentare l’attrazione che lega questi due giovani che lottano strenuamente per difendersi dall’assillante bisogno di amarsi. 
In questo romanzo di stampo new adult, Penelope Douglas affronta temi delicati e controversi come il bullismo e l’abuso minorile e lo fa attraverso uno stile delicato ma pungente, serrato ma estremamente fluido. Avete presente quei rapporti che nascono agli albori della vita e che creano legami così profondi che neanche il tempo e le incomprensioni possono scalfire?

INTRIGO DELIZIOSO di Tara Sivec (Leggereditore) - Recensione

Autrice: Tara Sivec 
Titolo originale: Futures and Frosting
Traduttrice: L. Liucci
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Usa
Pubblic. originale: Published September 13th 2012 by CreateSpace Independent Publishing Platform
Pubblic. italiana: Leggereditore , 28 agosto 2014, pp.236, € 10,20
Parte di una serie: 2° della serie Chocolate Lovers
Livello sensualità: ALTA
Disponibile in ebook? Sì dal 2/9/14
TRAMA: Carter, Claire e Gavin ora sono una piccola famiglia perfetta. Attorno a loro gli amici si sposano, crescono, maturano, si preparano ad affrontare il futuro. Be', non esattamente... In effetti, dal giorno in cui Claire ha afferrato il bouquet di nozze della sua amica Liz, le cose hanno cominciato a precipitare: tra sbornie imbarazzanti, disastrose proposte di matrimonio, manette di peluche e chili di biscotti al cioccolato, Claire e Carter non riescono più a parlarsi con sincerità. E se a questo si aggiunge l'intervento non richiesto di una comitiva di amici più pazzi di loro, gli equivoci non possono che aumentare! Ma per fortuna il più dolce dei finali può arrivare anche dopo una storia d'amore a dir poco non convenzionale...
  

Leggere un libro di Tara Sivec è come visitare un esclusivo Luna Park, dove la fantasia non ha limiti e si sposa con il buon umore, creando un prelibato dessert tutto da gustare. Vi ricordate dove eravamo rimaste? Carter e Claire, dopo anni passati a rincorrersi, si  erano finalmente ritrovati grazie al destino e la loro routine domestica era segnata da focosi amplessi ed esaltanti parodie messe in atto dal
piccolo e scapestrato Gavin, il loro non sempre amabile figlioletto di quattro anni, senza contare i numerosi e rumorosi amici di famiglia che con il loro modo sboccato di esprimersi mettevano in scena delle vere e proprie gag degne di un commediografo hollywoodiano di successo. Ebbene, in questo secondo esplosivo volume li ritroviamo più innamorati e folli che mai, Claire continua a portare avanti con passione e  successo il suo negozio di pasticceria “Seduzione deliziosa” mentre Cater, con il suo lavoro di (udite, udite) operaio in fabbrica, sbarca felicemente il lunario. Evviva! commenterete voi, finalmente un lavoro normale, dopo esserci quasi assuefatte di multimilionari ribelli e spocchiosi imprenditori ci voleva proprio una “boccata di normalità”.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

GUARDA IL VIDEO DEL BLOG!