GHIACCIO NERO di Anne Stuart (Leggereditore) - Recensione


DAL 29/1 IN LIBRERIA


Autrice:Anne Stuart 
Titolo originale: Black Ice
Traduttrice: Sonia Gatti
Genere: Romantic Suspense
Ambientazione: Francia/ USA
Pubblic. originale: Mira Books, 2005, pp. €9,90
Pubblic. italiana: Leggereditore, ebook 15/12/14- cartaceo 15/1/15, pp. 384
Parte di una serie: 1° serie Ice
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook? Sì, €4,99

TRAMA: Chloe Underwood è un’americana a Parigi che vive di paga in paga traducendo libri per bambini, ma darebbe qualsiasi cosa per un briciolo di eccitazione e passione... e magari anche qualche brivido. Così, quando le offrono di fare da interprete per un gruppo di uomini d’affari in un castello sperduto nella campagna francese, accetta sperando di smuovere un po’ le acque. Ma all’improvviso e per puro caso scopre più di quanto avrebbe dovuto: gli imprenditori che l’hanno assunta non sono quello che sembrano, e lei si ritrova a essere una testimone scomoda e da eliminare. Prima che possa rendersi davvero conto del pericolo in cui è incappata, uno di loro, il misterioso Bastien Toussaint, la trascina via, e per Chloe ha inizio una fuga con l’uomo più tenebroso e seducente che abbia mai conosciuto. Ma quali sono le intenzioni di Bastien? E Chloe vivrà abbastanza a lungo per scoprirle?

“Se ci trovassimo in un altro tempo e in un altro luogo, ti porterei nel mio letto e farei l'amore con te per giorni" disse lui con voce lenta, profonda, intensa.
"Percorrerei ogni più piccola parte della tua pelle con la mia bocca, e ti farei venire, ancora e ancora fino a sfinirti, e poi ricomincerei da capo. Bacerei le tue ferite, berrei le tue lacrime, ti amerei in modi che non sono ancora stati inventati,
su campi di fiori e sotto cieli stellati, dove non ci sia morte o dolore o tristezza.
Ti mostrerei cose che non hai neppure sognato, e non ci sarebbe nessun altro
al mondo tranne te e me, tra le tue gambe, nella tua bocca, ovunque."
Anne Stuart non ha bisogno di presentazioni, ormai la sua fama di narratrice eccelsa la precede e la sua divina penna partorisce sempre magnifici capolavori. “Ghiaccio nero”, primo titolo di una serie
che racconta le gesta di un’ organizzazione segreta denominata “Il Comitato”, è un romanzo mozzafiato che miscela sapientemente i tratti caratteristici del romance con le tinte fosche del genere dark, che la Stuart predilige in quasi tutti i suoi libri.  In questa splendida storia niente è come appare ma allo stesso tempo tutto è come sembra. Chloe è una giovane donna come tante che, a causa del suo lavoro di interprete,  improvvisamente si ritrova invischiata in un gioco pericoloso, vittima innocente di un giro di illegalità dove a salvarle la vita sarà colui che doveva togliergliela, sto parlando di Bastien Toussaint il classico eroe “Stuartiano” vale a dire oscuro, pericoloso e irascibile ma anche magnetico e brillante, con una morale distorta ma in qualche modo coerente. In questo  romanzo di altissimo livello narrativo niente viene lasciato in balia del caso, tutto è calibrato con maestria e la caratterizzazione fluida dei personaggi rende la storia estremamente vivida e appassionante. Dovete credermi se vi dico che non potrete smettere di pensare a Chloe e Bastien anche a romanzo chiuso, vi sentirete parte di loro, respirerete la loro paura e vivrete i loro
turbamenti con il cuore colmo di struggente aspettativa.
Chloe e Bastien, in fuga dal male per raggiungere la libertà, si ritrovano a condividere un’attrazione divorante e selvaggia che non ha ragione di esistere ma che esplode maestosamente rompendo i
confini della razionalità e così, tra pericolosi inseguimenti, passione mozzafiato e sparatorie sanguinose, nasce  un amore travolgente, un amore che supera le barriere e fino all’ultimo secondo cambia le carte in tavola regalando momenti di sconcertante adrenalina.  L'intesa fra questi due fascinosi protagonisti è talmente profonda da attraversare le pagine per arrivare dritto all'anima del lettore che per tutta la durata della narrazione non sa cosa aspettarsi né cosa sperare che accada. Insomma, qui la suspense non è solo un pretesto per far accoppiare i due personaggi di turno, perché questo è un romantic suspense VERO, a volte crudo ma sapientemente raccontato, anche grazie ad un cinismo così pungente da
far storcere il naso più volte ma al contempo così seducente da irretire completamente. Se proprio devo trovare una pecca a questa romanzo è il finale piuttosto stringato che se da un lato cala il sipario sul più bello, dall’altro intensifica l’epilogo lasciando una piacevole e memorabile sensazione nel cuore, molto simile all’atterraggio dopo un volo di linea particolarmente turbolento.
Se volete vivere il brivido incontrollabile della suspense e conoscere un amore che ridisegna i confini del bene e del male, allora vi consiglio di cogliere senza esitazioni l’occasione di leggere questo folgorante piccolo capolavoro, merito di una regina del romance che con questo lavoro ha superato se stessa e soprattutto le aspettative di noi lettrici, cadute ancora una volta vittime della sua brillante fantasia e dei suoi maschi  follemente dominanti.



cartaceo           ebook

DA LEGGERE NELLA SERIE ICE
1.Black Ice (2005) - ed.italiana: 1^ L'INTERPRETE , Harlequin/Mondadori (2006);              2^ GHIACCIO NERO, Leggereditore, dicembre 2014 - Bastien Toussaint e Chloe Underwood
2.Cold As Ice (2006) - ed.italiana: FREDDO COME IL GHIACCIO, Leggereditore, gennaio 2015 - Peter Jensen e Geneviève Spencer
3. Ice Blue (2007)- Takashi O'Brien e Summer Hawthorne
4. Ice Storm (2007) Serafin Killian e Isobel Lambert
5. Fire and Ice (2008)Reno e Jilly Lovitz


VUOI CONOSCERE MEGLIO LA SERIE ICE?
LEGGI QUI LA NOSTRA PRESENTAZIONE DI TUTTI I ROMANZI DELLA SERIE 

L'AUTRICE
Anne Stuart è nata a Filadelfia, poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, in una famiglia di grande tradizione culturale ed è cresciuta a Princeton, nel New Jersey.Sin dalla più tenera età ha dimostrato un'innata predisposizione per la letteratura, tanto che ha iniziato a scrivere racconti d'amore quando ancora frequentava le medie inferiori.Quando la sola lettura non l'ha più pienamente soddisfatta, ha scritto il suo primo romanzo d'atmosfera gotica, intitolato Barrett's Hill. Questo primo romanzo è stato pubblicato da Ballantine nel 1974, quando Anne aveva solo venticinque anni! Successivamente i suoi lavori sono stati pubblicati da moltissimi editori di prestigio, tra cui Dell, Doubleday, Berkley, St. Matrin's, Pocket Books, Avon, Signet, Zebra, Fawcett, Silhouette, Harlequin e MIRA.Attualmente scrive romanzi ricchi di suspense per MIRA, romanzi rosa per Harlequin American Romance e anche romanzi storici.Anne nel Vermont, con il marito , i due fgli , quattro gatti e uno springer spaniel.
VISITA IL SUO  SITO: www.anne- stuart.com/books.html


VI INTRIGANO LA TRAMA E I PERSONAGGI DI QUESTO ROMANZO E VI PIACEREBBE LEGGERLO? VI PIACCIONO I 'BAD BOYS' DI ANNE STUART? 

LA VERA STORIA DELLA PRINCIPESSA SISSI E DELL'ANARCHICO CHE LA UCCISE di Renzo Castelli (ETS edizioni) - Recensione



Autore: Renzo Castelli
Genere: biografia
Pubblicazione: ETS edizioni, coll.Obliqui,novembre 2014, p.192, €13
 Disponibile in ebook?  No

TRAMA: Ciò che dagli anni Cinquanta mezzo mondo ha creduto di conoscere, grazie alla trilogia di film di Ernst Marischka interpretati da Romy Schneider, della cosiddetta "principessa Sissi", è poco meno di un palese falso storico. A cominciare dal titolo e dallo stesso nome. Elisabetta di Baviera, imperatrice di Austria e regina d'Ungheria, non fu infatti mai "principessa", essendo stata duchessina e poi imperatrice, né alcuno la chiamò mai in vita con il vezzeggiativo di "Sissi". Altri elementi della narrazione distorcono l'intera vicenda. Lo stesso anarchico che la uccise, pugnalandola sulle sponde del lago di Ginevra, non fui mai un "vero" anarchico ma un giovane disperato e gonfio di rancore. Elementi più che sufficienti per una rivisitazione delle vicende che videro protagonisti una donna la cui figura fu ben più complessa e contraddittoria di quanto quei film mostrassero e un uomo che fu vittima del suo terribile passato. Due destini che, venendo da mondi tanto lontani, si incrociarono infine nella maniera più tragica, sulle rive di un lago.


Doverosa premessa: se avete un legame affettivo vicino alla devozione per il mondo di zucchero e balze immortalato dai film della “Principessa Sissi”, anche se sto per consigliare caldamente un saggio su Elisabetta d’Austria, forse è meglio che vi asteniate dal continuare la lettura! La ragione è semplice: Elisabetta rappresenta una figura interessante, inquieta, singolare, ma il suo ritratto, così come emerge dalle biografie più documentate, e anche dal volume di Renzo Castelli “La vera storia della Principessa Sissi e dell’anarchico che la uccise” (ETS edizioni) si discosta molto dal cliché cinematografico, e risulta assai poco dolce.
Effettuato “l’avvertimento” (semiserio), possiamo aprire questo libro, che ha il pregio di unire rigore storico con scrittura scorrevole, e iniziare da due constatazioni, che tuttavia suonano quasi rivelazioni. Elisabetta, tanto per cominciare, non fu principessa neppure per un giorno: nacque duchessa, e sposandosi divenne imperatrice. E, da viva, nessuno la chiamò Sissi: in famiglia il suo nomignolo era Lisi, e, a Vienna, Sisi, con una sola s.
La sua storia s’intreccia con il tramonto degli imperi centrali, e si colora di turbamento, irrequietezza, rimorso, perenne e crescente intolleranza verso l’ambiente di corte.
Guardando il ritratto di Lisi/Sisi, invece che quello, ben radicato nell’immaginario collettivo, di Sissi ( diminutivo postumo esistito solo per il mondo dello spettacolo) non si trova nemmeno molto spazio per l’amore romantico, piuttosto una grande passione per la libertà, inseguita e mai raggiunta, fra lunghe galoppate a cavallo e viaggi continui verso terre lontane.
Ma l’aspetto più originale del libro di Castelli sta nell’accostamento fra l’imperatrice e il suo assassino, Luigi Luccheni, di cui di solito si cita appena il nome e la “qualifica” di anarchico.
In un curioso eppur intrigante gioco di trasparenze e sovrapposizioni, vediamo convergere la vita dell’una, fatta di privilegio, agi e capricci, e di una doppia prigionia di convenzioni esterne e convinzioni interiori, e dell’altro, bambino abbandonato, cresciuto nella miseria, alla disperata ricerca di un posto che lo definisca nel mondo, fino al giorno fatale, il 10 settembre 1898,  in cui Luigi pugnalerà a morte Elisabetta, sul lungolago di Ginevra.
Scopriamo come Luccheni fosse un anarchico “sui generis”, non legato alle organizzazioni, e come addirittura fosse stato un militare zelante in Africa e avesse aspirato al lavoro di guardia carceraria, ruoli poco confacenti allo sguardo dell’anarchia diffusasi a fine ‘800, mentre l’imperatrice stessa talvolta scriveva righe ribelli che non sarebbero dispiaciute ai nemici del potere costituito.
Lontanissimi, vicini solo in un istante fatale, Elisabetta e Luigi appaiono paradossalmente accostati da una pericolosa fascinazione per la morte, e da una sete insoprimmibile di pace, che pur si traduceva in grande irrequietezza.
Sotto gli ippocastani fioriti di Ginevra, esplose un grumo di dolore, in fondo inconoscibile, eppure connaturato ai fremiti sofferti di un mondo dalle apparenze felici, dalle gravi disparità, dal veloce progresso e cambiamento, in ogni caso destinato a frantumarsi nel primo conflitto mondiale, e ad affondare lentamente sotto gli occhi di Francesco Giuseppe, ormai anziano imperatore vedovo di una moglie bellissima e “difficile” come Elisabetta, che continuerà a guardarlo dai ritratti conservati nel suo studio, fino a quando lui  morirà, poco prima della fine delle ostilità sui fronti e del suo stesso impero.





L'AUTORE
Renzo Castelli (Pisa, 1937) ha svolto una lunga attività giornalistica scrivendo su importanti testate nazionali («Paese Sera», «La Stampa», «La Nazione»). Ha pubblicato una ventina di libri di sport, costume, storia, narrativa, vincendo numerosi premi. Con questo nuovo libro posa il suo sguardo curioso su una remota vicenda che ebbe grandissimo clamore: l’assassinio dell’imperatrice d’Austria, Elisabetta di Wittlesbach. Una storia torbida, che è stata edulcorata da un cinema di maniera, nella quale il contorno dei protagonisti – la vittima e l’assassino – è sempre rimasto avvolto in un alone di leggenda.

TI INTERESSA LEGGERE QUESTO LIBRO? TI PIACE LEGGERE BIOGRAFIE DI PERSONAGGI STORICI? TI AFFASCINA IL MITO DELLA PRINCIPESSA SISSI?

BACIATI DALLA LUNA di Marco Cannella (Delos Digital) - Recensione

Autore: Marco Canella
Genere: Romance contemporaneo, racconto
Ambientazione: Italia
Pubblic. italiana: Delos Digital, dicembre 2014, P.66, € 1,99
Livello di sensualità: Basso
E-Book: Disponibile solo in e-book

TRAMA: Emma, bellissima ragazza bionda che lavora da un commercialista, sta con Giorgio, ragazzo dal fisico statuario che di mestiere fa il pescatore. Emma lo ama, anche se lui spesso mette gli amici davanti a lei. Giorgio, però, rappresenta una certezza nella sua vita e le fornisce quella sicurezza che la ragazza sente di avere smarrito dopo che il mare le ha portato via il padre, anche lui pescatore. Ma Giorgio non è l'unico uomo nella vita di Emma. Marcello è un collega dolce e premuroso, e pure molto simpatico. La mente di Emma lo considera solo un amico, ma il suo cuore non sembra essere dello stesso parere. Già in passato, infatti, ha vacillato di fronte a lui. Quando Emma e Giorgio litigano pesantemente, il passato torna a galla e la figura di Marcello emerge di prepotenza sconvolgendo, ancora una volta, il cuore della ragazza. Sarà la luna a spingere Emma a tirare fuori i suoi veri sentimenti, e ad aiutarla a dipingere una tela rimasta bianca troppo a lungo. 


Ero curiosa di leggere questo racconto perché scritto da una penna maschile, cosa piuttosto rara nel romance. La storia è molto carina e realistica. Viene narrato infatti il rapporto conflittuale tra Emma e Giorgio. Lei è una ragazza romantica, che sogna di farsi una famiglia con l’uomo che ama e una vita tranquilla al suo fianco. Lui al contrario è un uomo egoista ed egocentrico, più interessato a divertirsi con gli amici che alla propria fidanzata. Ma ecco che entra in scena un terzo personaggio, Marcello, un collega di Emma che è da sempre innamorato di lei e che la supporta in ogni momento.
Lo stile narrativo di Marco Canella è fluido e coinvolgente. I dialoghi sono molto realistici, così come i personaggi che appaiono come persone vere, quelle che incontriamo ogni giorno nella vita reale e questo è il tratto che mi è piaciuto di più di questo racconto: la quotidianità.
Purtroppo non ho apprezzato molto il personaggio di Emma, troppo debole e piagnucolosa per i miei gusti. Non ha orgoglio e sembra non accorgersi della realtà neppure quando le viene fatta notare dall’amica, Bianca.
Marcello invece incarna l’ideale dell’uomo romantico e paziente, pronto ad aspettare la donna che ama per sempre e a concederle una spalla su cui piangere. Mi è piaciuto molto il modo che ha di interagire con lei, la loro complicità e la scena del loro primo bacio mi ha intenerita tantissimo.
Un altro personaggio che ho apprezzato è Bianca. Sembra più matura della protagonista e non mi dispiacerebbe leggere una storia interamente dedicata a lei.
Per concludere, posso dire che “Baciati dalla luna” è un racconto che si legge brevemente e che lascia un sapore dolce in bocca, adatto alle lettrici più romantiche, in cerca di lacrime e sospiri. Per mio gusto personale avrei preferito un po’ più di passione e magari un accenno di cambiamento nel carattere di Emma che avrei voluto più combattiva, almeno nel finale.
Ma chissà che l’autore non ci proponga un personaggio femminile più audace nel suo prossimo racconto.













L'AUTORE
Marco Canella nasce a Copparo (FE) nel 1979, e vive a Tresigallo (FE).Nel 2012 ha vinto il concorso "La Città del Principe" di Carignano (TO), con il racconto "Anche gli angeli portano le scarpe".
Con "Delos Books" ha pubblicato nel 2012 il racconto "L'amore sopravviverà" nel libro "365 storie d'amore", mentre nel 2013 ha pubblicato lo scritto "Cuore di metallo" nel libro "Il magazzino dei mondi 2", sia il racconto "Un fiocco rosso" nel libro "365 racconti di Natale". Nel 2013 ha pubblicato un libro di racconti "Emozioni all'orizzonte" edito dall'associazione "Progetto Cultura e Turismo" di Carignano (TO). Nel 2014 ha pubblicato il racconto "Mare, profumo di mare" nel libro "365 racconti d'estate". e i due scritti "Il Guardasabbia Markus" ed "Eureka: Mondo9 esiste!", nell'ebook "Tutti i mondi di Mondo9" nella collana "Odissea Digital" di "Delos Digital".
"Baciati dalla luna" è la sua prima pubblicazione nella collana "Passioni romantiche" di "Delos Digital".


TI INTERESSA QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? QUANDO E' UN UOMO A SCRIVERE DI SENTIMENTI, LE PROSPETTIVE SONO DIVERSE RISPETTO A QUANDO SCRIVE UNA DONNA?

ANTEPRIMA RECENSIONE: IL CANTO DEL DESERTO di Adele Vieri Castellano (Leggereditore)

DAL 22/1 IN LIBRERIA


IN OCCASIONE DELL'USCITA IN LIBRERIA DEL NUOVO ROMANZO DI ADELE VIERI CASTELLANOIL CANTO DEL DESERTORIPUBBLICHIAMO LA NOSTRA RECENSIONE DEL LIBRO. L'AVETE GIA' LETTO IN EBOOK? UNITEVI ALLA NOSTRA CHAT!

Autrice: Adele Vieri Castellano
Genere: storico
Ambientazione: Luxor, Egitto 1871
Pubblic. Italiana: Leggereditore, ebook dal 18 dicembre, cartaceo dal 22 gennaio 2015 €12,90
Parte di una serie: No
Livello sensualità: ALTO
 Disponibile in ebook?  Si, € 4,99

LA STORIA:  Luxor, 1871. Lady Sylvia Dunmore, vedova dopo un disastroso matrimonio, giunge in Egitto con il padre. Per lei è un sogno che si avvera, finalmente potrà vedere con i suoi occhi i mitici luoghi che ha imparato a conoscere attraverso le lettere del fratello Adam, che da anni collabora con le spedizioni archeologiche del duca di Brokenwood, l’amore negato della sua adolescenza, divenuto cieco a causa di un terribile incidente.
Il desiderio di scoperta che da sempre anima Sylvia viene presto esaudito: il duca le offre di unirsi a una spedizione diretta all’oasi di Siwa, sulle tracce del mitico esercito scomparso di Cambise. Da subito la sua bellezza attira l’attenzione di un enigmatico personaggio, ladro di tombe, poliglotta e studioso di reperti antichi, ma Sylvia è troppo affascinata dall’avventura per preoccuparsene. Fino a quando il clamoroso rinvenimento del ritratto di una mitica regina del passato, Nefertiti, non scatena una serie di eventi drammatici che metteranno in serio pericolo la sua vita.
A salvarla dal terribile destino cui è stata condannata sarà Abu Ramla, il Padre della Sabbia, con il suo coraggio e l’unica travolgente forza che nessuno può sconfiggere: l’amore.

 Book Chat-Recensione di Samanthalarossa, Keiko e Francy

Sono passati due anni e mezzo da quando, per la prima volta, presi in mano un libro di questa autrice, fu amore a prima vista. Un amore che si rinnova a ogni sua uscita. Una passione mai sopita, anzi alimentata dalle sue parole e dai personaggi indimenticabili, che popolano le sue storie. A distanza di tempo posso dire che quel giorno iniziò una conoscenza virtuale che, come spesso

succede al tempo dei social network, si è via via trasformata in un’amicizia reale. Questa volta Adele ci porta in Egitto, all’epoca delle grandi scoperte archeologiche, iniziate anni prima durante le guerre napoleoniche, quando venne ritrovata per caso la Stele di Rosetta. La nostra protagonista Sylvia, dopo un devastante episodio che ha sovvertito un’esistenza già scritta, si ritrova accompagnata dal padre convalescente, Conte di Selborne, a veleggiare sulle acque maestose del Nilo diretta a Luxor, dove il fratello Adam si è da tempo trasferito per inseguire la sua passione per l’antica e misteriosa civiltà
faraonica, riscuotendo onori e fama con le sue ricerche sul faraone eretico Akhenaton. Sullo stesso battello, tra il nutrito gruppo di nobili europei e ricchi borghesi del nuovo mondo, affascinati dalle leggende dell’antico regno e alla ricerca di avventure da poter narrare al loro ritorno, una figura sconvolge e ammalia Sylvia: Nicholas Harper Duca di Brokenwood, amico e compagno di avventure del fratello, amore non ricambiato della sua adolescenza, reso cieco da un terribile incidente ferroviario nel quale perse la vita la sua duchessa. Il Duca è di ritorno ai suoi scavi, con il progetto di tentare di scoprire le tracce del perduto esercito di Cambise nel profondo del più caldo e assolato deserto.
Un' appassionata di storia e miti come la sottoscritta non ha potuto non notare l’accuratezza dei particolari con cui la Castellano arricchisce il suo Romance, una ricerca meticolosa che dona un tocco in più a questa storia. Francy tu cosa ne pensi?

Leggendo questo romanzo la prima idea che mi è venuta in mente è che la Castellano da bambina deve essere stata una divoratrice di libri d’avventura, perché il fascino della storia (e il fatto che lei, prima di noi, ne sia intrigata) è un elemento distintivo un po' in tutti i suoi libri, ma in questo in particolare.
Una qualità di Adele che ammiro, oltre a quella di essere assolutamente precisa (direi fin puntigliosa) nei suoi riferimenti, quando costruisce il background storico dei suoi libri ( e qui di backgrounds ne abbiamo due, l’Egitto di fine Ottocento e l’Egitto delle grandi dinastie del passato), è  quella  di fare venire voglia a chiunque la legga di sapere di più di quello che ci sta raccontando, tanto è brava a tessere la sua tela e a trasportarci ‘di peso’ nel passato. Questa è una qualità che travalica il genere romance e che rende assolutamente intrigante la lettura del CANTO DEL DESERTO al di là della storia d’amore. Questo è un libro che non piacerà solo alle romance fan, insomma, ma chi
predilige il lato romantico delle sue storie, non rimarrà certo delusa, perché  qui  le storie d’amore sono due: quella di Sylvia e Nicholas e quella fra Adam, fratello di Sylvia, e Judith, l’ereditiera americana  pittrice che Sylvia conoscerà durante il suo viaggio verso Luxor. E a volte la seconda coppia rischia anche di rubare la scena a quella principale, perché se Nicholas è un eroe romantico che si fa ricordare, le schermaglie fra l’aristocratico Adam e la giovane americana sono deliziose, anzi mi sarebbe piaciuto leggere anche un po’ di più di loro due, dico la verità.
Un altro elemento che ho apprezzato di questo romanzo è che le due eroine sono figure di donne intelligenti, avventurose e indipendenti che non vengono oscurate dai due affascinanti protagonisti, ma riescono a reggere molto bene il ruolo di comprimarie, sei d’accordo Keiko?

Sì, uno dei punti di forza del romanzo per me sono  proprio le protagoniste! Siamo ormai abituate agli splendidi eroi maschili che Adele mirabilmente tratteggia con la sua penna e anche in questo romanzo Nicholas e Adam non fanno eccezione: mascolini, intelligenti, duri o dolcissimi a seconda delle situazioni, ironici ed arguti. Difficile, a volte, per le eroine dei suoi racconti tener testa a queste meraviglie. Sylvia e Judith, ognuna in modo diverso,  hanno delle specifiche caratteristiche così ben delineate che fanno di ognuna di loro assolutamente una degna controparte. 
Sylvia di nobile origine, ha sempre avuto dentro di sé una forte voglia di avventura e di libertà. Il suo lato avventuroso e il suo coraggio si manifesteranno quando si troverà a vivere situazioni incredibili in
quella parte di mondo così lontana dall'Inghilterra. Si rivelerà così in sintonia con l'ambiente circostante, con il deserto duro e crudele, da suscitare l'ammirazione e la devozione di quanti si troveranno coinvolti con lei in questa avventura.
Judith è un'ereditiera americana, donna talentuosa, essendo una stimata pittrice, dimostra fin dalle prime battute del romanzo di essere una persona indipendente e decisa nelle sue convinzioni. Ed è assolutamente anticonvenzionale nei modi e nei pensieri. Bellissima l'amicizia che si instaurerà tra le due donne, fatta di confidenze, consigli e di un comune modo di vedere la realtà. Realtà che
loro sono impegnate a rendere più confacente ai loro desideri di conoscenza e di realizzazione.

Il talento narrativo della Castellano sta anche nel farci conoscere attraverso azioni e parole il diverso background di origine delle due protagoniste che ne caratterizza poi tutto il comportamento. I rapporti sentimentali che allacceranno l'una con Nicholas e l'altra con Adam avranno caratteristiche completamente diverse proprio per questo motivo. Di più lento sviluppo la storia di Sylvia, che risente dell'educazione imposta alle donne inglesi del suo tempo, basata su cose non dette o intuite, su una forte attrazione sotterranea ma dall'evoluzione travagliata. Judith e Adam faranno  invece subito fuoco e fiamme insieme , scontrandosi ad ogni piè sospinto, cercando di dominarsi a vicenda. Judith da buona americana non ha peli sulla lingua, non si formalizza, è intraprendente. In definitiva, questo romanzo ha delle protagoniste che si fanno proprio ricordare. 
A questo punto che giudizio complessivo dareste all'ultima fatica di Adele?

Analizzando la trama avvincente, la ricerca storica, il linguaggio impeccabile e i personaggi ben delineati, che mi hanno coinvolta al punto di credere di essere immersa in un’altra epoca e vivere avventure in luoghi lontani e indimenticabili, non posso che pensare che questo romanzo per me resterà un INDIMENTICABILE!

Uno degli aspetti che ho preferito in questo libro è l’ambientazione, mi ha messo la voglia di partire immediatamente per l’Egitto! Ma anche di visitare le oasi e di ritrovarmi ad ammirare il sole che tinge di
infinite sfumature di rosa la sabbia del deserto al crepuscolo. E’ un romanzo che avvince, con un’ambientazione storica impeccabile e due appassionanti storie d’amore. Come ho detto prima, mi sarebbe piaciuto che la storia tra Adam e Judith fosse sviluppata di più, perché quei due sono fantastici insieme. La caratterizzazione dei personaggi, come al solito, è fatta a puntino. Verso la fine c’è una situazione in cui il soprannaturale e la magia dell’Egitto diventano protagonisti che è un vero tocco da maestra. 
IL CANTO DEL DESERTO ancora una volta testimonia le qualità di scrittura di un' autrice che
non ha nulla da invidiare alle scrittrici anglosassoni. Questo è un libro di oltre 400 pagine che personalmente ho divorato in un giorno! Poiché Adele è un’amica, so quanto lavoro di ricerca accurata c’è dietro a ogni sua storia, che impegno profonde nella revisione di ogni pagina per dare ai suoi lettori il meglio possibile. Un libro che noi leggiamo in pochi giorni, o poche ore, l’ha impegnata per mesi. Ed è stato proprio quell’impegno a rendere la nostra lettura così scorrevole e avvincente.  In un momento in cui assistiamo alla pubblicazione continua di pseudo romanzi, scritti a volte dalla sera alla mattina, leggere libri come questo ci rincuora e, soprattutto, ci fa notare che la bella scrittura non si improvvisa, c’è tanto lavoro e sudore dietro, non importa il genere che si sceglie di scrivere.
Applausi ad Adele, perché IL CANTO DEL DESERTO sarà un altro meritato successo. E bravi a quelli di Leggereditore che hanno regalato al libro una gran bella copertina. Per me CINQUE CUORI sono più che meritati.

Amo tantissimo i romanzi che, oltre ad avere trama e personaggi intriganti, danno nozioni storiche interessanti e puntuali soddisfacendo così  entrambe le caratteristiche  che mi spingono a leggere un libro: romanticismo e cultura ed il IL CANTO DEL DESERTO ne è il prototipo.  Adele è sicuramente  una fantastica narratrice, lirica in alcune descrizioni che riappacifica con la parola scritta dandole vita e colore. Non per ultimo, i suoi sono libri che rileggo  nel tempo e questo è indice che le sue storie riservano sempre nuove sorprese  ed emozioni. Sicuramente 5 CUORI!



CARTACEO           EBOOK

SE VUOI LEGGERE IN ESCLUSIVA I PRIMI DUE CAPITOLI DI QUESTO ROMANZO 
VAI QUI.
 GUARDA IL BOOK TRAILER


ROMANZI DI ADELE VIERI CASTELLANO
Il canto del deserto (2014) - Leggereditore
Il gioco dell'inganno ( 2013) - Leggereditore
Serie Roma Caput Mundi
1.Roma 40 DC - Destino d'amore ( 2012) - Leggereditore  ( Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla) -   Leggi QUI nostra recensione
2. Roma 42 DC - Cuore nemico ( 2013) - Leggereditore  ( Quinto Decio Aquilato e Ishold di Gerlach)Leggi QUI nostra recensione
3. Roma 39 DC - Marco Quinto Rufo/ Il prequel ( 2013) - Leggereditore -Leggi QUI la ns. recensione
Serie Legio Patria Nostra
1.Implacabile (2014) - Emma Books solo in ebook  ( Damiano Caporali e GiorgiaMattei-Guyot) - Leggi QUI la ns recensione

L'AUTRICE

Adele Vieri Castellano pubblica per Leggereditore il suo primo romanzo storico, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Nata a metà degli anni Sessanta, ha vissuto per anni in Francia e ha due punti ben saldi nella sua vita: la lettura e la scrittura. Vive a Milano, ha una figlia di diciannove anni, un compagno che si chiama come l'eroe del libro, tre gatti e un computer portatile. Nonostante le traduzioni, l'editing di libri, gli articoli e i romanzi che affollano le sue giornate, non dimentica mai le amiche. Perché senza di loro, il suo sogno non si sarebbe realizzato. La ricostruzione storica esatta e le atmosfere perfettamente rievocate permettono al lettore di tornare indietro nel tempo e di vivere un'esperienza unica accanto a personaggi verosimili e pieni di forza. 
VISITA IL SUO SITO: http://adeleviericastellano.blogspot.it/
E LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

TI PIACCIONO LE STORIE AMBIENTATE IN EGITTO? TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? QUAL E' LA QUALITA' DELLE SCRITTURA DI ADELE V. CASTELLANO CHE PREFERISCI? 
PARTECIPA ALLA NOSTRA BOOK CHAT!

IL DESIDERIO DELLA NOTTE di Lara Adrian (Leggereditore)- RECENSIONE

ESCE OGGI IN LIBRERIA!


Autrice:  Lara Adrian  
Titolo originale: Crave the Night
Genere:
  Paranormal Romance, Contemporaneo   
Ambientazione:  Boston (USA)
Pubblic.  originale: Delacorte Press ,  2014, pagg. 272     
Pubblicato in Italia:  Leggereditore, ebook 15 dic. 2014 - cartaceo 22 gennaio 2015, pagg. 352
Parte di una serie: 12° della Stirpe di Mezzanotte   (Midnight Breed)
Livello sensualità:  MEDIO ALTO
Disponibile in ebook? Sì

TRAMA: Cosa potrebbero mai avere in comune il gelido Nathan, potente vampiro di Prima Generazione, guerriero dell’Ordine ed ex assassino spietato, e la dolce ed elegante Jordana, Compagna della Stirpe e figlia adottiva di uno degli esponenti più in vista dell’alta società di Boston?
Molto più di quanto si possa pensare... Ma un oscuro pericolo sta per travolgerli. In parte umani e in parte creature ultraterrene, i vampiri della Stirpe vivono in segreto sulla Terra da migliaia di anni grazie all’attività dei guerrieri dell’Ordine. Ma ora un misterioso popolo di immortali minaccia di portare tutto allo scoperto. Spetta ancora una volta all’Ordine agire, anche se il compito è arduo, e i guerrieri si dovranno confrontare con i propri demoni e con le paure più profonde. Coinvolti in quella che potrebbe rivelarsi una guerra mortale, Jordana e Nathan lotteranno con tutte le forze, perché in gioco c’è molto più dei loro tormentati sentimenti.


Ad un anno e mezzo dall'ultimo libro della serie pubblicato (era giugno del 2013 quando uscì Il Bacio Rivale) torna la collaudata serie della Stirpe di Mezzanotte. Serie che, come le appassionate del genere sapranno, è ripartita vent'anni dopo i fatti che hanno coinvolto i Guerrieri dell'Ordine nella guerra contro Dragos e che ha portato alla nascita della Nuova Alba dove gli umani sono ora a conoscenza dell'esistenza dei vampiri e convivono con loro. La Nuova Alba vede protagonisti i figli dei Guerrieri della prima era; dopo Mira e Kellan, è il turno di Nathan. Nathan è stato creato in un laboratorio di Dragos, figlio di un 'Alieno' e una Compagna della Stirpe è un Gen Uno (prima generazione) cresciuto per diventare un Cacciatore, un soldato privo di emozioni in grado di uccidere i suoi nemici senza rimorso. Salvato a tredici anni dall'Ordine e restituito a sua madre Corinne è stato poi cresciuto da lei e dal suo compagno Hunter (anch'egli un Cacciatore Gen Uno ribellatosi alla prigionia - vedi Il Bacio Immortale). Nonostante la sua vita da allora sia stata riempita d'amore e affetto, gli anni di prigionia lo hanno duramente provato, anche perché in realtà nessuno conosce l'intensità della brutalità in cui è cresciuto, ed è questo che lo rende pericoloso, ombroso, inavvicinabile, per tutti tranne che per Jordana Gates, una Compagna della Stirpe amica di Carys Chase (figlia di Sterling Chase/'Harvard') che una notte ad una festa sente improvvisamente l'impulso di baciarlo, e lo fa. Nessuno dei due sarà da quel momento in grado di dimenticarsi l'uno dell'altro. Jordana, cresciuta nell' élite della Razza gestisce un museo d'arte ed è fidanzata da sempre con Elliot Bentley-Squire, un uomo stimato e benvoluto anche da suo padre che sposerà a breve. Non prova però per lui le scintille che le suscita Nathan al solo guardarlo. Nathan le fa provare desideri mai sognati e la voglia di ribellarsi alla vita che le è stata confezionata dal padre amorevole, come mai le era successo. Consapevoli del fatto che le loro posizioni in società sono agli antipodi, e che nessuno vedrebbe bene una loro unione: lei fa parte della alta società della Stirpe, lui è considerato dalla stessa poco meno di un assassino , Nathan e Jordana cercheranno di stare lontano, di evitarsi. Ma una missione pericolosa, la ricerca di Cassian "Cass" Gray il proprietario del nightclub La Notte, locale conosciuto tra le altre cose per i combattenti in gabbia tra vampiri (qui la storia riprende dal finale del libro precedente) li riporterà inaspettatamente e brutalmente a frequentarsi. 
Il ricercato nemico Cass è uomo misterioso che pare essere coinvolto con la nuova minaccia per i componenti dell'Ordine, gli Atlantidei, razza creduta estinta che invece si sono nascosti per secoli sia agli umani che ai vampiri, pur vivendo tra loro. La vera identità di Cass ci rivelerà sorprese inaspettate e ci immergerà sempre più in un mondo nuovo, in una realtà sin'ora inimmaginabile. 
Romanzo come sempre ricco di azione e di tanta passione, Nathan è il classico uomo apparentemente duro e privo di scrupoli, la sua natura di 'macchina per uccidere' lo rende pericoloso ed enigmatico anche agli altri guerrieri suoi alleati e amici. Nasconde molto del suo passato violento e delle crudeltà che gli sono state inflitte in tenera età per divenire uno dei migliori assassini di Dragos e ancora oggi il suo passato lo distingue e lo tormenta. Jordana invece mi è piaciuta per la sua determinazione passiva, o meglio, per il fatto che pur non volendo contravvenire al futuro rosa organizzatogli dal padre, quando incontra Nathan riesce però a capire di volere di più dalla vita e pur senza grossi scossoni riesce ad allontanarsi da un futuro certo per avviarsi verso l'ignoto e la passione che le suscita l'unico uomo forse non adatto a lei. Tutto il romanzo inoltre è ricco di colpi di scena e di misteri che ci inoltrano sempre più nel nuovo mondo degli Atlantidei, nuova minaccia sia per gli umani che per la razza della Stirpe. Come accade sempre con i libri della Adrian, il libro ti coinvolge e quel gran pezzo d'uomo di Nathan ce lo rende davvero affascinante e molto gradevole. Da leggere.











    ebook            cartaceo

LA SERIE MIDNIGHT BREED- La Stirpe di Mezzanotte:
1.    A Kiss of Midnight (2007) - IL BACIO DI MEZZANOTTE – edito da Zorro editore, gennaio 2010 – (protagonisti: Lucan e Gabrielle Maxwell) - Leggi qui la nostra recensione.
2.    Kiss of Crimson (2007) - IL BACIO CREMISI - edito da Leggereditore, maggio 2010 – (protagonisti: Dante e Tess Culver) – Leggi qui la nostra recensione.
3.    Midnight Awakening (2007) – IL BACIO PERDUTO – edito in Italia da Leggereditore, 21 ottobre 2010, (protagonisti: Tegan e Elise Chase) - Leggi qui la nostra recensione
4.    Midnight Rising (2008) – IL BACIO DEL RISVEGLIO - edito in Italia da Leggereditore, 13 gennaio 2011, (protagonisti: Rio e Dylan Alexander) - Leggi qui la nostra recensione
5.    Veil of Midnight (2009) – IL BACIO SVELATO - edito in Italia da Leggereditore, 12 maggio 2011, (protagonisti: Nikolai e Renata) - Leggi qui la nostra recensione
6.    Ashes of Midnight (2009) – IL BACIO ETERNO - edito in Italia da Leggereditore, 01 settembre 2011,( protagonisti: Andreas Reichen e Claire Roth) - Leggi qui la nostra recensione
7.    Shades of Midnight (2009) – IL BACIO OSCURO - edito in Italia da Leggereditore,gennaio 2012, (protagonisti: Kade e Alexandra Maguire)
8.    Taken by Midnight (2010) - IL BACIO DI FUOCO - edito in Italia da Leggereditore, 26 aprile 2012, ( protagonisti: Brock e Jenna Darrow) - Leggi qui la nostra recensione
9.    Deeper Than Midnight (2011) - IL BACIO IMMORTALE- edito in Italia da Leggereditore, 30 agosto 2012,(protagonisti: Hunter e Corinne Bishop)
·         Taste of Midnight( 2011) Novella- IL BACIO RUBATO - edito da Leggereditore a novembre 2012, con protagonisti: Danika e Brannoc 
10. Darker After Midnight ( 2012 ) - IL BACIO RIBELLE - edito in Italia da Leggereditore il 03 gennaio 2013, protagonisti : Sterling Chase  e Tavia
·         The Midnight Breed Series Companion (June 26, 2013 ) guida con varie informazioni sulla serie ed una novella con Gideon e Savannah
11. Edge of Dawn (2013) - IL BACIO RIVALE - edito in Italia da Leggereditore il 26 giugno 2013, protagonisti: Mira e Kellan 
12. Crave the Night (2013) - IL DESIDERIO DELLA NOTTE - edito in Italia da Leggereditore il 22 gennaio 2014)  con protagonista: Nathan e Jordana
 ·         Tempted by Midnight (14 Ottobre 2014 ) con Lazaro Archer e Melena Walsh
13. Bound to Darkness (previsto per la primavera 2015), protagonisti Carys Chase e Rune.

·         Stroke of Midnight (13 Ottobre 2015) con Jehan e Seraphina

L'AUTRICE
Da bambina, Lara Adrian era abituata a dormire con le coperte fin sopra la testa, per paura di poter diventare preda di qualche mortale vampiro. Più tardi, ispirata dai romanzi di Bram Stoker and Anne Rice, si è domandata se le sue paure non fossero in realtà qualcos'altro. Un segreto desiderio di entrare in una realtà più oscura e di vivere un sogno pericoloso e sensuale con un uomo dal potere seduttivo sovrannaturale. E' proprio quella commistione di paura e desiderio che accende oggi le sue fantasie ed ispira la sua serie di romance paranormale di successo Midnight Breed . Laura con il marito nel New England, circondata da cimiteri centenari, elegante confort urbano e dall'Oceano Atlantico che con i suoi panorami spesso foschi e tempestosi, è per l'autrice un'inesauribile fonte d'ispirazione.
VISITA IL SITO DELLA SERIE :  http://www.laraadrian.com

LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO TI ISPIRA E TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO COSA NE PENSI? ASPETTIAMO I TUOI COMMENTI. QUALI SONO I TUOI ROMANZI PREFERITI DELLE SERIE DI LARA ADRIAN? 

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

GUARDA IL VIDEO DEL BLOG!